Come rifiutare una fetta di torta a una festa

Come iniziare una dieta? beh, semplice … l’importante è iniziare! E poi? Le tentazioni sono sempre in agguato: come resistere?

Sei a una festa di compleanno e il festeggiato ti offre una fetta di torta? E’ la torta più bella, più buona e più irresistibile che tu abbia mai visto … ma …

Non puoi mangiarla: sei a dieta!

Eppure quante volte la nostra coscienza ci dice di non mangiarla, ma la nostra golosità ha la meglio?

 

La parte più difficile quando si inizia una dieta sono gli altri. Ebbene si: gli altri, le altre persone, chi ci circonda, gli amici, i colleghi … gli altri. Tutti, ma proprio tutti, avranno qualcosa da ridire e tutti, ma proprio tutti, avranno tantissime battute tanto stupide quanto scontate che non potranno trattenersi dal farvi.

Questo è uno di principali motivi per cui una dieta fallisce.

Certo, prima di tutto bisogna volerlo davvero. Volere cosa? Beh, voler dimagrire, voler stare meglio, sentire un forte desiderio di piacersi di più. E bisogna avere una grande grandissima predisposizione mentale per riuscire a portare a termine questo duro lavoro chiamato “dieta”.

Però spesso anche il migliore e il più sentito dei propositi va a farsi benedire per colpa degli altri.

Ma come, non lo mangi? è così buono!“, oppure “mangialo, tu che puoi“, o meglio ancora “avrai mica paura di ingrassare“. Sono frasi di questo tipo a distruggere il successo di una dieta, anche per le persona più convinte e decise a impegnarsi per cambiare stile di vita.

Cambiare stile di vita … ma non stavamo parlando di dieta? Fare una dieta significa iniziare un cammino per arrivare a stare meglio col proprio corpo. Che si tratti di perdere peso o semplicemente cercare un po di benessere, il punto è che per ciò che dobbiamo fare è cambiare stile di vita. Se continuiamo a fare sempre le stesse cose non cambierà mai niente!

Eccoci dunque con la nostra profonda intenzione di cambiare stile di vita ed eccoci alla prese con gli altri.

 

Come affrontare gli altri senza intaccare il nostro nuovo spirito salutista?

Ecco alcune dritte, dei piccoli suggerimenti per mantenere il nostro buon proposito di benessere senza offendere nessuno.

 

1 – Sorridere e ringraziare.

Sembrerà un’idea stupida, ma sorridere a chi vi offre del cibo che non potreste mangiare predispone un atteggiamento positivo sia in voi sia in chi vi sta offrendo qualcosa. Sarà quindi più facile per gli altri accettare un rifiuto dato con gentilezza e con un bel sorriso.

2 – Puntare dell’altro cibo.

Se vi offrono qualcosa di specifico (un pasticcino, una fetta di torta, …) voi, sorridendo, cercate di spostare l’attenzione su un’altra pietanza (un vassoio di pasticcini appoggiato un po’ più in là, o un altro dolce ancora da tagliare, … ) e con questa scusa spostatevi come se foste intenzionate a prendere qualcosa -che non prenderete, siete a dieta! – “Grazie, guarda quei pasticcini, sembrano deliziosi, vado a vedere …”.
Darete così l’impressione di voler comunque mangiare qualcosa, anche se non propriamente la cosa che vi stanno offrendo in quel preciso istante.

 

Ma il meglio deve ancora arrivare … e se proprio non riuscite a sfuggire a questa torta? Leggi qui altri trucchetti interessanti a prova di bomba  😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *